Scaricare la posta in Domino direttamente dal Provider

Q-A TIPS ADMIN scaricare la posta pop3 etrn scaricare casella

  • 0 commenti
Impostare comando ETRN su Domino verso Provider

Questa possibilità prevede che il gestore del dominio a livello DNS sia un ISP. In questa situazione in genere si possono avere due tipologie di gestione da parte del provider. Personalmente ho smesso di usare queste configurazioni con l'avvento della banda larga (lo usavo principalmente per aziende con linee ISDN).

A. Il provider definisce una serie di caselle di posta pop3 ed in questo caso è necessario un programma di terze parti per Domino per scaricare la posta inserendo l'elenco degli account e password

B. Il provider manitene tutta la posta del dominio posizionandola in un unico contenitore (o casella) e non si preoccupa di definire gli account. In questa codizione ipotizzando che il dominio mantenuto presso l'ISP sia acme.com, qualsiasi indirizzo spedito con qualsiasicosa@acme.com viene depositato dal provider in una casella unica e mantenuto per x (in base al RFC 5 ) giorni.

PS: in questa configurazione il provider riceve l'input per mandarvi la posta al vostro smtp (è il provider che conosce l'indirizzo del smtp server a cui spedire la posta. Prima di inbattersi in questa possibilità verificare se il ISP supporta ETRN come comando per la richiesta di scaricamento della posta.

Esistono due modi per configurare questa impostazione in Domino. Uno (ma sinceramente non l'ho mai provato) è ben documentato nel Help administrator cercando la chiave di ricerca ETRN (titolo del articolo: Routing mail over transient connections ). Il secondo è descritto sotto ed è decisamente più "casereccio".


Di seguito andiamo a vedere come Domino può con alcune piccole accortezze (per mezzo del comando ETRN) gestire e scaricare appunto la posta dall'unica casella.

__________________________________________________________________

Bisogna copiare i due allegati a questo articolo nella directory degli eseguibili di notes.


Editare il file Script.txt come l'esempio quì sotto:

dns2.net1.it 25        =nome del relay host del provider su port 25
SEND "helo acme.com\m"        = helo nomedominio
WAIT "100"
SEND "etrn acme.com\m"        =etrn nomedominio
SEND "quit\m"

PS (ho avuto alcuni problemi su Wait "100". Mettendo a 10 l'attesa ha funzionato)

Creare un Doc. Programma in domino come esempio:

Image:Scaricare la posta in Domino direttamente dal Provider
Oppure:
/r:script.txt /o:etrn.txt /m

In alcuni casi l'uso di questo Script attivato come programma di Domino, genera dei problemi Tipo:
  • Lo script a livello di task NT rimane sempre in memoria ed il task si moltiplica sulla base della schedulazione Notes
  • Lo script manda La CPU alle stelle.

Se questo accadesse, l'unico modo per ovviare il causarsi di queste situazioni, è usare lo shedule di NT per lanciare lo script.

0 Commenti:

  • #1 Claudio 06/15/2007 1:55:53 PM

    ok.. fetchmail rientra nella ipotesi A. dove il provider comunque ha la gestione della attivazione delle caselle... la B. invece è la soluzione per non portarsi in casa il dominio di posta ma essere indipendente nella gestione delle caselle...

  • #2 Cristian 06/15/2007 1:07:20 PM

    Io faccio piu' o meno una cosa simile. Il lavoro di fetch, pero', lo lascio a fetchmail su una macchina Linux semipubblica.

    Fetchmail scarica le caselle una ad una, e poi le "gira" al server Domino

Commenta articolo
 

Questo spazio web è stato creato da per un uso pubblico e gratuito. Qualsiasi tipo di collaborazione sarà ben accetta.
Per maggiori informazioni, scrivete a info@dominopoint.it

About Dominopoint
Social
Dominopoint social presence: